www.rondeoperaie.it
Totale articoli: 88

mar, 15 lug @ 16:29
PRIME INDICAZIONI PER L\'AZIONE
Pubblicato in:: -Consulenza e consigli
PRIME INDICAZIONI PER L’ AZIONE


COSA FARE UNA VOLTA INDIVIDUATA UNA SITUAZIONE DI RISCHIO?

1.	AVVISA IMMEDIATAMENTE CAPO REPARTO E R.L.S 

Ricorda che il capo reparto riveste una figura di grande importanza anche in materia
di sicurezza, è sempre obbligato ad ascoltarti e in caso non lo faccia è penalmente
perseguibile.
L’ R.L.S , costituita da uno o più tuoi colleghi è l’ organo interno preposto a
vigilare in ambito antinfortunistico… Collabora con loro segnalando pericoli,
richiedendo informazioni e attrezzature per la tua sicurezza.

2.	MEDICO COMPETENTE

Ogni azienda è obbligata ad avere, in sede o fuori un MEDICO COMPETENTE facilmente
contattabile.
Quest’ ultimo deve conoscere la realtà lavorativa della tua ditta sotto l’ aspetto
sanitario, i pericoli legati alle sostanze che usi e visitarti almeno una volta all’
anno.
Se hai dubbi o vuoi saperne di più in merito alla nocività del tuo ambiente
lavorativo, di una sostanza della quale fai uso, o sulla pericolosità di un
macchinario R.L.S e medico competente sono obbligati ad avere le schede di rischio e
a darti risposte precise… Contattali per ogni chiarimento o eventuale richiesta di
visita medica.

            3. CONTATTA L’ ASL 
                 
 Se vedi anomalie, pericoli, cantieri a rischio, o sei convinto che il tuo datore di
lavoro faccia il furbo in materia di sicurezza non esitare e mettiti subito in
contatto con la ASL di zona via mail, fax o con una semplice telefonata.
Ogni singola persona può effettuare segnalazioni e denunciare pericoli.
Le ASL hanno zone di competenza, pertanto assicurati di contattare quella giusta.

4.   DIREZIONE PROVINCIALE DEL LAVORO

Infortuni e morti sul lavoro sono spesso causati dallo stravolgimento contrattuale.
Lavoro nero, orari troppo lunghi e sfruttamento operaio sono il terreno fertile per
propiziare disgrazie.
Per segnalare e denunciare illegalità contrattuali, lavoro nero e tutto ciò che
riguarda la correttezza contrattuale contattare gli uffici della DIREZIONE
PROVINCIALE DEL LAVORO.

5.	VIGILANZA SEMPRE

Vigila sempre tu in prima persona, sensibilizza i tuoi colleghi, la sicurezza deve
essere di tutti e per tutti, la sicurezza non può essere delegata ad altri ma deve
nascere dalla consapevolezza di difendere la nostra pelle… Dobbiamo essere noi per
primi a farcene carico e a denunciare.
Vigilanza oggi vuol dire tutti a casa interi domani!


      
Pubblicato da : Ronde Operaie  | 
mar, 15 lug @ 12:59
LEGGE 9 APRILE 2008 N.81
Pubblicato in:: -Consulenza e consigli
Testo della legge N. 81 del 9 Aprile 2008 formato pdf in allegato 
Pubblicato da : Ronde Operaie  |  Allegato:20080409_Dlgs_81.pdf
mar, 15 lug @ 12:21
D.LGS. 19 SETTEMBRE 1994, N. 626
Pubblicato in:: -Consulenza e consigli
Testo del decreto legislativo 626 in formato pdf in allegato.
Pubblicato da : Ronde Operaie  |  Allegato:626-94.pdf
mar, 15 lug @ 12:23
LEGGE 3 AGOSTO 2007 , N. 123
Pubblicato in:: -Consulenza e consigli
Testo di legge 3 Agosto 2007 N.123  formato pdf in allegato 
Pubblicato da : Ronde Operaie  |  Allegato:20070803_L_123.pdf
mar, 15 lug @ 12:08
CONSULENZA E CONSIGLI
Pubblicato in:: -Consulenza e consigli
In questa categoria si trovano i testi di legge (formato pdf) in materia di tutela
della sicurezza e salute sul luogo di lavoro.

Verranno riportati i quesiti degli operai che scriveranno e le relative risposte
circa l'applicazione di tali norme. Saranno consigliate le azioni da intraprendere
qualora tali norme non siano rispettate.

Ove possibile verrà valutata la possibilità di un' azione di denuncia supportata
dalle Ronde Operaie che svolgeranno un attività di cooperazione e coordinamento con
le figure istituzionali preposte al rispetto delle norme in materia.

Siete pertanto invitati a contattarci nel caso ritenete che tali norme non vengono
rispettate o semplicemente se credete che il vostro posto di lavoro sia pericoloso in
qualche modo per la vostra salute.  
Pubblicato da : Ronde Operaie  | 
lun, 07 lug @ 19:23
RISOLUZIONE ASSEMBLEA COSTITUZIONE
Pubblicato in:: -Ronde Operaie
Schiacciati,  bruciati, avvelenati, spezzati.
Gli operai muoiono sul lavoro per un salario miserabile.
Una media di quasi quattro al giorno.
Fiumi di parole, di impegni solenni, di decreti legge non sono riusciti nemmeno ad
attenuare il fenomeno.
La macchina per pompare profitto è troppo potente, 
nessuno ha interesse a fermarla.
Sulla sicurezza dei cittadini sono pronti tutti ad agire, sulla sicurezza degli
operai solo chiacchiere al vento.
Nessuno difenderà la pelle degli operai se non gli operai stessi

       Venerdì 27 giugno 2008 ore 20
 Sesto San Giovanni via Puricelli Guerra 24

        Si sono costituite le

        RONDE OPERAIE

Dalla prossima settimana sarà in funzione il blog  www.rondeoperaie.it e la mail
info@rondeoperaie.it 
Per la propaganda diretta delle norme antinfortunistiche.
Verranno sviluppate iniziative pubbliche per la denuncia  dei posti di lavoro dove
mancano le misure di protezione
A Milano saranno decine i cantieri aperti per l’EXPO 2015
Quanti operai pagheranno con la vita il “grande business”.

Ansaldo Camozzi Milano, Jabil ex Siemens Cassina De Pecchi (MI), Hoffman Monza (MI),
Pirelli Milano, INNSE Presse Milano, Schneider elettric Stezzano (BG), Comitato
Operaio Falck contro l’amianto, Sesto San Giovanni, Dalmine (BG) Microtecnica
Brugherio (MI), L’isolante K-Flex Roncello (MI), Candy Brugherio, (MI) Amsa Milano,
Fireweb Trezzano Rosa (MI), Comitato operai ex Falck contro l’amianto Vobarno (BS),
Spriano Vimodrone, Tessival Ponte San Marco (BS). Novelis Bresso (MI) C.P.M. Milano



Per adesioni e contatti telefonare a: 333. 2277438		    	Milano 27 giugno 2008
Pubblicato da : Ronde Operaie  |  Allegato:comunicato stampa.pdf
lun, 07 lug @ 19:48
RELAZIONE INTRODUTTIVA
Pubblicato in:: -Ronde Operaie
Il Governo grida e legifera sull’emergenza da tutte le parti, minaccia leggi
antisciopero, manganella e dà 5 anni di galera ai manifestanti che non vogliono
morire di monnezza, pianifica rastrellamenti contro i Rom, anche i campi fino ieri
riconosciuti legali e prende impronte digitali anche ai loro bambini. Apre 6 nuovi
centri di reclusione per i clandestini, così li può ingabbiare e selezionare a pane e
acqua come forza lavoro di riserva, rimpatriando quelli in esubero. Sdogana un parte
dell’esercito per utilizzarlo alla bisogna per garantire la cosiddetta “sicurezza”
nelle città.
Solo i 4 operai che ogni giorno muoiono sul lavoro continuano a non essere
considerati un emergenza. Basta, questa è la vera emergenza che tutti mistificano,
solo gli operai possono portarla pienamente in luce ed affrontarla concretamente
mobilitandosi  direttamente, oggi con i mezzi che abbiamo, domani con quelli che ci
daremo. continua all'interno
Pubblicato da : Ronde Operaie  | 
lun, 07 lug @ 19:53
PROPOSTE OPERATIVE
Pubblicato in:: -Ronde Operaie
Proposte operative assemblea Ronde Operaie 27 giugno Sesto San Giovanni Sala del
Camino. 
Relatore operaio Ansaldo di Sesto

1 La scelta di un coinvolgimento diretto degli operai a difesa della loro salute è
conseguente alla tragica scoperta che tutti gli interventi esterni, siano essi
controlli da organi preposti o strumenti sindacali come le RLS, non sono in grado di
affrontare e limitare il fenomeno delle stragi sul lavoro. 
Le ragioni sono tante e non è nostro compito analizzarle qui, noi proponiamo che
siano gli operai stessi ad intervenire e per fare questo diamo vita alle Ronde
Operaie. 
Sono in giro “ronde” per la sicurezza dei cittadini, ronde contro la
microcriminalità, bandi di arruolamento nei mercati rionali per le ronde, ma per la
sicurezza dei “cittadini operai” che pagano con quattro morti al giorno, la
possibilità di portare a casa un misero stipendio, non c’è assolutamente niente, se
non tanti discorsi formali. 
Da qui abbiamo capito che come operai dobbiamo contare sulle nostre forze, e agire
direttamente. Non saranno certo le ronde operaie per la sicurezza nei luoghi di
lavoro a creare qualche problema, farebbe sorridere il fatto che le altre ronde sono
state accolte con benevolenza da sindaci, partiti ed istituzioni e la nostra
iniziativa venga in qualche modo osteggiata. continua
all'interno
Pubblicato da : Ronde Operaie  | 
Pagine :    1  2  3  4  5  6  7  8  9 

« Dec 2017 »
S M T W T F S
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31

Ultimi 10 articoli

CON DDL SEMPLIFICAZIONI SI ELUDE LA SICUREZZA SUL LAVORO..
MORTI TRE OPERAI..
AGGIORNAMENTI DALLA INDESIT..
MAFLOW L\'ACCORDO DELLA VERGOGNA..
LA BATTAGLIA SOLITARIA DELL\'OPERAIO MARCO BAZZONI..
ASSOCIAZIONE \"VOCI DELLA MEMORIA\" CASALE MONFERRATO..
A 69 ANNI LAVORA E MUORE IN CANTIERE..
ARTICOLI SULLA INNSE 1 ANNO DOPO..
OMSA CHIUDE FAENZA E APRE IN SERBIA 350 OPERAI A CASA!..
GLI OPERAI NEXANS LOTTANO ANCORA!..
CALA L\' OCCUPAZIONE E QUINDI LE MORTI BIANCHE DIMINUISCONO..

CERCA

CONTATTACI

CATEGORIE

-Estero

-Presidi Sud e Isole

-Presidi Centro

-Presidi Nord Est

-Presidi Nord Ovest

-Consulenza e consigli

-Ronde Operaie

Links

Powered by bMachine Hosting by Argomedia.it