www.rondeoperaie.it
Totale articoli: 88

dom, 02 mag @ 21:14
Giovane di 23 anni schiacciato dal trattore
Pubblicato in:: -Ronde Operaie
Proprio alla vigilia del Primo Maggio si registra l'ennesimo incidente sul lavoro.
Si tratta di un giovane di 23 anni di Spigno Saturnia(Latina). Il ragazzo, E.V. le
iniziali, è stato schiacciato da un trattore mentre stava lavorando un terreno. Il
23enne è stato subito trasportato in eliambulanza all'ospedale Santa Maria Goretti di
Latina dov'è ricoverato in condizioni serie.
Pubblicato da : Ronde Operaie  | 
mar, 04 mag @ 17:27
SALUTE E SICUREZZA ALLA FIAT NEW HOLLAND
Pubblicato in:: -Ronde Operaie
ISPETTORI USL SALUTE E SICUREZZA ALLA FIAT NEW HOLLAND modena 3 MAGGIO 2010
 
Come un dejavu' , vissuto dalle generazioni operaie,  i momenti di crisi e
ristrutturazione della Fiat  coincidono guarda caso con un aria sempre piu'
irrespirabile per gli operai. A distanza di molto tempo abbiamo oggi avuto il
piacere
di accogliere l'entrata di 2 ispettori della usl locale alle ore 9.30 per verificare
una segnalazione concernente una situazione di degrado e pericolo per la salute
degli
operai proveniente dal reparto saldatura. 
 
Abbiamo potuto cosi' constatare con mano il prodigarsi dei famosi "organismi
istituzionali" a "tutela della salute e sicurezza dei lavoratori". 
 
Gli ispettori hanno parlato, ascoltato, fotografato, scrutato la situazione al
reparto ex-presse (che ora e' adibito a immagazzinaggio pezzi di saldatura e
produzione con 8 postazioni di lavoro complessive). In particolare hanno verificato
le criticità e fattori di pericolo per la salute nelle postazioni fiancate utility
(postazioni sinistra e destra). Domani produrranno un verbale che rilasceranno alle
rsu-rls di fabbrica. 
 
Sara' dovere poi degli operai richiederne copia dell'avvenuta ispezione e relative
prescrizioni o meno. Fin qui la cronaca.
 
Come Operai che vivono quotidianamente la fabbrica e il suoi "buoni" sistemi di
sfruttamento e "democratici" piegamento delle nostre schiene (salvo esplosioni di
scioperi improvvisi) interessa brevemente notare invece ben altro, ossia; una
domanda: 
 
Dalle 9.30-12.20 nel reparto ex-presse gli ispettori iniziano la verifica con
l'operaio segnalatore, si osservano i tanti aspetti critici della postazione, poi A 
fronte di "miti" e "gradevoli" chiaccherate con tanti e folti  preposti aziendali (
ne abbiamo contati almeno una dozzina) + quasi tutti i membri delle rsu aziendali
gli
ispettori concludono la sessione mattutina agli uffici fiat; Non c'e' stato tempo
per
"intervistare" i diversi saldatori presenti in reparto, non sono neanche stati
interpellati, si pensa forse che non e' utile?
all'interno l'intera lettera di alcuni operai FIAT

Pubblicato da : Ronde Operaie  | 
dom, 02 mag @ 07:50
I COCCODRILLI
Pubblicato in:: -Ronde Operaie
“Esprimo il mio più profondo rammarico alla famiglia dell’operaio, deceduto la
notte scorsa, mentre era al lavoro nella Sata di San Nicola di Melfi”. E’ il commento
del presidente della Provincia di Potenza Piero Lacorazza alla notizia della morte
del lavoratore campano Paolo Meriglia, di 46 anni, avvenuta sul terzo turno di ieri.
“Una tragedia che ripropone con forza la necessità di dotare di un presidio del 118
l’area industriale di Melfi - ha continuato Lacorazza - dove sono impegnate
quotidianamente migliaia di persone. Innalzare il livello di sicurezza sui luoghi di
lavoro deve rappresentare una priorità in una società aperta e democratica. La morte
dell’operaio campano, avvenuta proprio alla vigilia del 1° maggio, impone una
riflessione seria e attenta sul fenomeno delle vittime sul lavoro”.
Secondo il presidente, “tutte le istituzioni devono fare fronte comune per tentare di
trovare soluzioni adeguate, tese a ridurre al minimo i rischi sul lavoro”.





Commenti
2 Rispote to “CORDOGLIO PRESIDENTE LACORAZZA MORTE PAOLO MERIGLIA OPERAIO FIAT SAN
NICOLA DI MELFI”

antonio on Maggio 1st, 2010 17:22 
SOLO PAROLE INUTILI.

antonio on Maggio 1st, 2010 17:30 
LA MAGGIOR PARTE DI NOI LAVORATORI CI SENTIAMO ESSERE PRESI IN GIRO SIA DAI POLITICI
CHE DAI SINDACATI CHE VIVONO MOLTO BENE SUL SACRIFICIO DEI LAVORATORI.


 

Pubblicato da : Ronde Operaie  | 
sab, 01 mag @ 10:06
Ronde Operaie su Facebook
Pubblicato in:: -Ronde Operaie
Vi informiamo che se volete potete mettervi in contatto con Ronde operaie anche su
Facebook che ha creato oggi un suo profilo.
Pubblicato da : Ronde Operaie  | 
ven, 30 apr @ 17:40
SITO CADUTI SUL LAVORO
Pubblicato in:: -Ronde Operaie
Riportiamo il link di un sito che riporta le morti sul lavoro:


http://cadutisullavoro.blogspot.com/

Pubblicato da : Ronde Operaie  | 
gio, 29 apr @ 17:10
GIORNATA MONDIALE SULLA SICUREZZA
Pubblicato in:: -Ronde Operaie
Un operaio e morto cadendo in un silos per il grano in un sementificio a
Cerignola.

L'operaio Nicola Gadaleta aveva 50 anni, è morto. 

Insieme con altri due operai - a quanto si è saputo - l'operaio stava compiendo
lavori di manutenzione, quando, per cause in corso d'accertamento, è caduto nel
grano. Gli altri due hanno cercato di soccorrerlo, calandosi anche loro nel silos ma
dopo alcuni tentativi falliti hanno dato l'allarme e sono stati a loro volta
soccorsi
e condotti in ospedale per accertamenti. 
Anche a Brugherio si è registrata un altra tragica morte sul lavoro. Un operaio e'
rimasto con la testa schiacciata sotto una pressa ed e' morto sul colpo.

Sempre oggi a Como un operaio che stava effettuando alcuni lavori stradali vicino al
suo furgone e' stato schiacciato dal suo mezzo, colpito a sua volta da un'auto il cui
conducente ha perso il controllo. Inutili i soccorsi

Tutti i giorni accadono simili tragedie, non sempre ne diamo notizia perchè non
vogliamo piangerci addosso,ma dal momento che ieri era la "Giornata mondiale della
sicurezza" vogliamo ribadire che non si aumenta la sicurezza con inutili giornate a
tema indette dai padroni che ci sembrano più che altro celebrazioni dei loro omicidi
premeditati.

 
Pubblicato da : Ronde Operaie  | 
sab, 17 apr @ 13:47
CONTINENTAL
Pubblicato in:: -Estero
Le vicende degli operai francesi sono forse tra le più note per le modalità di
lotta spesso positivamente clamorose. Per il momento riportiamo il link sperando in
futuro di poter pubblicare materiale proposto dagli operai francesi stessi.

http://continentalweb.free.fr/


Pubblicato da : Ronde Operaie  | 
gio, 15 apr @ 18:55
LE RONDE OPERAIE NELLA CRISI ECONOMICA
Pubblicato in:: -Ronde Operaie
Come si può leggere nel primo documento apparso sul sito l'obiettivo delle ronde
operaie era la sicurezza sul luogo di lavoro. Con l'avvanzare della crisi economica
però, pur rimanendo purtroppo attuale il problema della sicurezza e dei morti sul
lavoro, sono affiorati nuovi fronti di lotta per gli operai.
Così gli operai in gruppi si sono organizzati per resistere alla crisi economica e 
ai conseguenti tentativi di chiusura delle fabbriche operati dai padroni pronti nella
crisi a speculare a piene mani.
Con l'apertura di un nuovo fronte di lotta anche il sito delle ronde operaie ha
deciso di modificarsi per cercare di offrire un  supporto alle iniziative degli
operai, per informare e se possibile unire i vari gruppi per rafforzarli agevolando
lo scambio di esperienze.
La prima conseguenza di questa scelta  significa per il sito l'inserimento di nuove
categorie corrispondenti alle zone geografiche del nostro paese dove inizieremo a
inserire le informazioni relative alle varie lotte della zona cercando di essere il
più precisi possibili nonostante la possibile difficoltà di reperire le informazioni
che spesso appaiono solo in edizioni locali dei giornali. A tal proposito speriamo
che con il tempo i contributi arrivino direttamente dai gruppi operai in lotta in
modo da essere più veritieri possibile.
Per la nostra dislocazione geografica abbiamo molte infromazioni relative alla
lombardia ma gradiremmo ampliare il più possibile i nostri orizzonti geografici.

Pubblicato da : Ronde Operaie  | 
mer, 09 lug @ 22:39
L\'INIZIATIVA DI PUBBLICITA\' E PROGRESSO
Pubblicato in:: -Ronde Operaie
 La fondazone Pubblicita' e Progresso e' l'unica che beneficia degli investimenti
del governo per la formazione e l'informazione sulla sicurezza. Alla fondazione vanno
i soldi mentre gli operai continuano a morire.
La propaganda inizio a Gennaio del 2008 con il governo Prodi, bisognava far vedere
che il governo faceva qualcosa dopo il rogo della Thyssen. Da Gennaio 2008 gli operai
al ritmo di 4 al giorno continuano a morire. Il governo Berlusconi continua il lavoro
di Prodi. I risultati sono gli stessi: operai morti e padroni impuniti.
La logica della fondazione e' la stessa di quella dei padroni.
Gli operai muoiono sul lavoro per colpa loro non utilizzano i DIP (dispositivi di
protezione individuali): casco, guanti e scarponi.
Nessuno ha intenzione di dire che i DIP non sono necessari ma le ragioni per cui non
si usano non dipendono dagli operai.
- Molto spesso i DIP non sono forniti
- I DIP rallentano l'attivita' lavorativa e questo i padroni non l'accettano
- I DIP spesso non servono ad evitare le morti degli operai. Basta pensare a chi cade
da 5m o 10m con i DIP o senza DIP e' morto.
Basta pensare al rogo della Thyssen
Basta pensare a Molfetta
Basta pensare agli operai stritolati dal macchinario
Se si vuole diminuire il numero di operai che muore sul lavoro vi sono almeno due
elementi essenziali:
- Il tempo di lavoro (occorre diminuire l'orario)
- I ritmi di lavoro (occorre diminuire i ritmi)
Riportiamo il sito web della fondazione e invitiamo il governo e la magistratura a
prendere sanzioni civili e penali contro i padroni.
Il sito della fondazione e'  http://www.iolavorosicuro.it
Pubblicato da : Ronde Operaie  | 
mer, 14 gen @ 22:21
LEZIONI SU SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO
Pubblicato in:: -Ronde Operaie
Oggi ho diffuso dal mio sito su Myspace la quarta lezione su salute e sicurezza
sul lavoro.


Si tratta della quarta lezione di una nuova serie basata sul nuovo Decreto
Legislativo 81/08 (“Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro”) che ha abrogato
e sostituito il precedente Decreto Legislativo 626/94, su cui erano basate le
precedenti “lezioni” pubblicate nel passato e ormai non più valide.

 

Ogni “lezione” esamina alcuni degli articoli del Testo Unico, fornendo una
spiegazione il più possibile comprensibile anche ai non addetti ai lavori e un’
analisi critica (anche in termini politici ed economici) di quanto disposto dal
legislatore.

 

Ad oggi sono disponibili per la nuova serie (quella basata appunto sul Testo Unico)
le seguenti “lezioni”:

 

LEZIONE 0 – LE NOVITA’ INTRODOTTE DAL TESTO UNICO

LEZIONE 1 - DEFINIZIONI DI SALUTE E SICUREZZA DEL LAVORO

LEZIONE 2 - LE MISURE GENERALI DI TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA DEI
LAVORATORI 

LEZIONE 3 - GLI OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO E DEL DIRIGENTE 

LEZIONE 4 - GLI OBBLIGHI DEI PREPOSTI E DEI LAVORATORI

 

Chiunque è interessato a riceverle in formato Word me le può chiedere.

 

La diffusione è gradita, sia in rete che in cartaceo, visto che l’ obiettivo del mio
lavoro è quello di diffondere informazioni e cultura sulla salvaguardia della salute
e della sicurezza dei lavoratori.

L’ unico vincolo a cui vi prego di attenervi è di citare la fonte (quella sotto
riportata) e di non modificare il testo.

 
Marco - http://www.myspace.com/sicurezza

 

 
Pubblicato da : Ronde Operaie  | 
mer, 23 lug @ 00:15
IL LIBRO
Pubblicato in:: -Ronde Operaie
Vi consiglio di non leggere il libro: "Morti Bianche". E’ un libro pericoloso. Le
testimonianze dei famigliari delle vittime sul lavoro, assassinati sul lavoro, sono
così sconvolgenti che dopo non sarete più gli stessi. Dopo, se il vostro padre,
figlio, fratello. Se la vostra madre, figlia, sorella si recheranno al lavoro
conterete le ore che vi separano dal loro ritorno. Forse, vi verrà spontaneo
chiedergli di accompagnarli, per proteggerli.
Quando una persona muore, la parola più usata è fatalità. Quando una persona muore,
l’aggettivo più usato è tragico. Tragica fatalità. 1300 tragiche fatalità ogni anno,
cinquantamila invalidi ogni anno. Migliaia di famiglie sul lastrico, vedove con figli
piccoli da educare, sfamare, amare trattate come delle questuanti. Liquidate con
qualche migliaio di euro.
Non siamo nel Medio Evo, siamo nel Nuovo Evo Italiano. In un punto del tempo e dello
spazio dove se un rumeno stupra una donna il Paese si indigna, ma se muoiono cinque
operai al massimo, e comunque per poche ore, il Paese si rattrista. Una lacrima
scende dal Palco delle Autorità. Il nostro Evo Moderno non nasce dal nulla, ha
un’origine chiara, solare: il lucro. La morte di un uomo è un rischio di impresa.
Quanto costa mettere in sicurezza un impianto, la formazione per i propri dipendenti,
le attrezzature per la loro incolumità? Molto di più, enormemente di più,
dell’eventuale risarcimento per la morte di una persona. Le aziende lo sanno, lo
mettono in conto. Può succedere. In quel caso, sfortunato, si paga il minimo
necessario. Gli studi legali della società contro l’avvocato della vedova o della
madre. Dovrebbe essere lo Stato a tutelare legalmente le famiglie dei caduti. Se la
morte di un dipendente costasse alle aziende più degli investimenti in sicurezza, non
morirebbe quasi nessuno. E’ l’economia della morte. Se vale poco, si può rischiare.
E’ il prezzo della vita, che vale meno della produzione. Il trionfo
dell’autoregolazione del mercato. La mancanza di regole. La classifica del sangue. Un
militare ferito in Afghanistan merita la prima pagina del giornale. Tre morti sul
lavoro un riquadro in quindicesima pagina.
Pubblicato da : Ronde Operaie  | 
Pagine :    1  2  3  4  5  6  7  8  9 

« Oct 2017 »
S M T W T F S
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31

Ultimi 10 articoli

CON DDL SEMPLIFICAZIONI SI ELUDE LA SICUREZZA SUL LAVORO..
MORTI TRE OPERAI..
AGGIORNAMENTI DALLA INDESIT..
MAFLOW L\'ACCORDO DELLA VERGOGNA..
LA BATTAGLIA SOLITARIA DELL\'OPERAIO MARCO BAZZONI..
ASSOCIAZIONE \"VOCI DELLA MEMORIA\" CASALE MONFERRATO..
A 69 ANNI LAVORA E MUORE IN CANTIERE..
ARTICOLI SULLA INNSE 1 ANNO DOPO..
OMSA CHIUDE FAENZA E APRE IN SERBIA 350 OPERAI A CASA!..
GLI OPERAI NEXANS LOTTANO ANCORA!..
CALA L\' OCCUPAZIONE E QUINDI LE MORTI BIANCHE DIMINUISCONO..

CERCA

CONTATTACI

CATEGORIE

-Estero

-Presidi Sud e Isole

-Presidi Centro

-Presidi Nord Est

-Presidi Nord Ovest

-Consulenza e consigli

-Ronde Operaie

Links

Powered by bMachine Hosting by Argomedia.it