www.rondeoperaie.it
Totale articoli: 88

ven, 16 apr @ 20:23
METALLI PREZIOSI PADERNO DUGNANO
Pubblicato in:: -Presidi Nord Ovest

All'interno testimonianze della lotta degli operai della metalli preziosi tratti dal
loro blog:

http://lavoratoripreziosi.blogspot.com/ 


Pubblicato da : Ronde Operaie  | 
gio, 29 apr @ 17:37
RISCHIO RADIAZIONI OTTICHE ARTIFICIALI
Pubblicato in:: -Ronde Operaie

Pubblichiamo quanto ci è stato prontamente segnalato da un operaio circa la modifica
normativa inerente ai rischi legati alle radiazioni ottiche artificiali. In
particolare la saldatura ad arco risulta la più pericolosa.

All'interno la legge completa:




Pubblicato da : Ronde Operaie  | 
ven, 16 apr @ 18:54
MANGIAROTTI NUCLEAR
Pubblicato in:: -Presidi Nord Ovest
Gli operai della Mangiarotti Nuclear si stanno opponendo ormai da mesi alla
chiusura della loro fabbrica. Hanno passato l'inverno a presidiare la fabbrica notte
e giorno fino alla sentenza del tribunale che ha ordinato il ritiro della procedura
di cassa integrazione, considerata illegittima, e l'immediato rientro della commessa
principale. Attualmente sono quindi rientrati al lavoro 94 dipendenti mentre ne
rimangono in cassa integrazione 24 che mantengono aperto il presidio durante il
giorno.
È possibile tenersi informati e contattare il presidio entrando nel loro blog di cui
riporto il link:

http://blog.libero.it/rsumangiarotti/

All'interno altre informazioni sulla lotta degli operai della Mangiarotti Nuclear:


Pubblicato da : Ronde Operaie  | 
gio, 20 mag @ 19:46
COMITAL BERGAMO
Pubblicato in:: -Presidi Nord Ovest
Pubblichiamo una lettera di un operaio di Bergamo che commenta la triste notizia
apparsa su L'Eco di Bergamo circa la Comital di cui abbiamo relazionato le vicende
nel sito.
All'interno la lettera:
Pubblicato da : Ronde Operaie  | 
lun, 19 apr @ 16:51
COMITAL BERGAMO- LETTERA DAL PRESIDIO
Pubblicato in:: -Presidi Nord Ovest
Lunedi 19 Aprile ci sarà presso il Comune di Nembro (Bergamo) l'incontro con la
propietà, le parti sociali e le istituzioni. 

Vedremo quale sarà la loro proposta, ma secondo me non in linea con l'esigenza di
noi
lavoratori che è quella di ritornare a lavorare dentro questo stabilimento. 

Perchè noi operai ( 97 operai) vogliamo dire basta a tutto questo sopruso verso i
lavoratori, che devono pagare per le continue speculazioni di chi soldi ne ha già
fin
troppi come queste finanziarie o imprenditori che pensano solo di fare cassa
mettendo
sul lastrico noi lavoratori. 

E' l'ora che le istituzioni devono fare una scelta e devono prendere decisioni a
favore dei lavoratori che onestamente chiedono di continuare a lavorare e smettere
di
favorire chi di soldi ne fanno fin troppi sulle nostre spalle. Cerchino una volta
per
tutte a rispettare la nostra costituzione italiana. Un felice saluto a tutti
un operaio Comital 

Da Eco di Bergamo 12/5/2010:

 Comital, accordo raggiunto
Martedì l'assemblea dei lavoratori

Dopo lunga e laboriosa trattativa, Fim, Fiom e Rsu della Comital hanno raggiunto
l'accordo con la direzione per la Cassa Integrazione e gli incentivi all'esodo. Un
accordo unitario sul quale martedì prossimo si esprimerà l'assemblea dei lavoratori,
convocata in Municipio. 

In pratica, l'accordo prevede l'avvio della Cassa in deroga fino al 31 dicembre 2011
e una serie di incentivi all'esodo differenziata secondo i tempi che volontariamente
i lavoratori decideranno di adottare. L'azienda avrà la disponibilità a smontare gli
impianti secondo una calendarizzazione dei lavori concordata con la RSU, e la
possibilità di valutare nuovi e eventuali acquirenti fino alla fine del prossimo
agosto. 

“Siamo arrivati a un accordo – dice Giancarlo Carminati della Fim Cisl Bergamo – che
ci ha impegnato per un lunghissimo tempo, e nel quale abbiamo profuso tutta la nostra
capacità di trattativa e mediazione. È un accordo apprezzabile, e anche gli incentivi
sono adeguati e soddisfacenti”.


Link profilo Facebook:
[url]http://facebook.com/group.php?gid=107142965981471&ref=mf#!/group.php?gid=1071429
65981471&v=info&ref=mf/[/url]



Pubblicato da : Ronde Operaie  | 
dom, 16 mag @ 22:51
NON DIMENTICHIAMO LA STRAGE DELLA FLOBERT
Pubblicato in:: -Ronde Operaie
11 Aprile 1975 alla Flobert morirono in 12.

Ed oggi a parlare e' Ciro Liguoro il superstite di quella strage.

In allegato l'articolo

Pubblicato da : Ronde Operaie  |  Allegato:Strage Flobert.pdf
gio, 13 mag @ 19:21
ROCKWOOL, GLI OPERAI BLOCCANO I DEMOLITORI
Pubblicato in:: -Presidi Sud e Isole
A Iglesias gli operai della Rockwool hanno impedito martedì ai tecnici danesi di
smontare e portare via i macchinari dell’azienda chiusa ormai da molti mesi
IGLESIAS. Un’autentica muraglia umana davanti all’i ngresso dello stabilimento
Rockwool ha impedito ieri mattina di smontare gli impianti ai tecnici danesi inviati
a Iglesias dall’a zienda. I lavoratori hanno bloccato il piano della multinazionale
di avviare il trasferimento delle macchine, dei forni e delle tramogge. Una reazione
prevista quella dei 70 operai, che si oppongono al progetto dell’azienda di lasciare
alle sue spalle il deserto.
«Prima di tutto - dice Ignazio Pala della Cgil- non è corretto che l’azienda invii
sul posto una ditta esterna per smontare gli impianti quando sono in corso
trattative
importanti. Abbiamo sempre detto che da qui non esce una vite se prima non si chiude
una accordo soddisfacente per tutti. O riparte la produzione o si trova un gruppo in
grado di acquisire un ramo d’azienda o si trova un’a lternativa di lavoro per
tutti».

Alle 8, quando è arrivata la notizia dell’arrivo dei demolitori, gli operai a
piccoli
gruppi hanno invaso il piazzale davanti alla fabbrica. «Credo che queste operazioni-
aggiunge Luca Zurru - siano condannabili anche sul piano delle corrette relazioni
sindacali. Rockwool non può abusare della nostra pazienza e tentare certi tipi di
blitz. La fabbrica è stata costruita con finanziamenti pubblici e non può essere
smontata per essere trasferita in India. Qui ci sono le condizioni per lavorare, per
produrre in modo competitivo e per garantire occupazione».

Una decina di operai, dipendenti di una ditta esterna, davanti alla robusta barriera
umana hanno abbandonato il campo e sul terreno di scontro è rimasto un tecnico
danese
che ha preferito tenersi a debita distanza dal fronte caldo. Per alcune ore il
responsabile dell’operazione smontaggio ha colloquiato telefonicamente con i vertici
aziendali e verso le 10, accompagnato da un’interprete, ha abbandonato la zona. 


«Non ci muoveremo da qui - conclude Giuseppe Cocco - perché non intendiamo farci
ingannare da nessuno. La politica aveva promesso che sarebbero arrivate soluzioni
decorose per la nostra situazione invece, a livello regionale, si sta perdendo
tempo.
Siamo approdati in Rockwool dopo aver vissuto in miniera e questa avventura non può
finire con la consegna della lettera di licenziamento. Sono dieci mesi che
combattiamo e non ci propongono alternative».

Il presidio di Campo Pisano ieri mattina ha perso consistenza: quasi tutti hanno
preferito rafforzare l’unità operativa davanti all’ingresso della fabbrica
trasferendosi a Sa Stoia per impedire che si consumi il trasferimento delle
macchine.

(11 maggio 2010)
 

Pubblicato da : Ronde Operaie  | 
lun, 10 mag @ 09:24
MINATORI RUSSI
Pubblicato in:: -Estero
' di trenta morti e circa cinquanta feriti il bilancio di una serie di esplosioni
avvenute venerdì sera nella miniera di siberiana di Raspadskaya a Kemerovo, una delle
più grandi della Russia. Ci sarebbero anche una sessantina di dispersi. Al momento
della prima esplosione, avvenuta poco dopo la mezzanotte e provocata probabilmente
dal metano, nella miniera si trovavano 359 persone; tre ore e mezzo dopo, mentre
erano in corso le operazioni di salvataggio, si è verificato un secondo scoppio che
ha distrutto il principale pozzo di ventilazione causando altre vittime. Più di 80
fra minatori e uomini dei soccorsi restano intrappolati sotto terra.

La Protezione civile, coordinata dal governatore della regione Aman Tuleiev, non
riesce a organizzare le operazioni di salvataggio a causa dei gas dispersi nei pozzi
della miniera. La concentrazione del metano è alta e secondo i coordinatori dei
soccorsi "è poco probabile che si possano riprendere le ricerche oggi". "La
situazione è molto difficile, direi addirittura tragica", ha commentato il premier
russo Vladimir Putin mentre il presidente Medvedev ha inviato sul posto il ministro
della Protezione civile Serghei Shoigu.

Gli inquirenti hanno intanto aperto un caso per "violazione delle regole di
sicurezza", al quale dovrà rispondere la dirigenza, composta per l'80% dalla
Enterprise Ldt (proprietaria della miniera) e dal 20% dalla Evraz, compagnia
controllata dal miliardario Roman Abramovic.

Gli incidenti nelle miniere russe sono purtroppo frequenti: una esplosione il 23
dicembre 2009 in una miniera di ferro negli Urali aveva provocato la morte di nove
operai; il 12 dicembre 2008 dodici minatori erano morti in seguito all'esplosione di
un pozzo in Siberia; il 30 maggio di quello stesso anno, erano morti nel Kuzbas
cinque minatori. Ma la tragedia più risale al 19 marzo del 2007, con la morte di 78
persone.



Pubblicato da : Ronde Operaie  | 
dom, 09 mag @ 10:29
TECHNYMON DI CASTELLI CALEPIO
Pubblicato in:: -Presidi Nord Ovest
Presidio all’Imps, giovedì 6 maggio alle ore 11, per sollecitare risposte in
merito all’esposto sulle irregolarità nell’utilizzo della cig e cigs alla technymon
di castelli calepio, presentato il 25 febbraio alla direzione provinciale del lavoro,
alla procura della repubblica e all’imps che ci aveva confermato sin dal 26 marzo che
la pratica era “in lavorazione presso un loro ispettore”

La situazione in fabbrica nel frattempo è peggiorata in quanto l’azienda il 23 marzo
ha comunicato la volontà di riduzione del personale con l’apertura della procedura di
mobilità per 5 operai, questo smentisce clamorosamente le dichiarazioni di fiom.
Inoltre per una parte dei 48 dipendenti posti in cigs dal 01-01-2010 non c’è mai
stata la rotazione prevista, per cui ci sono casi di operai che dall’apertura della
cigo il 11-02-2009 non sono più rientrati in azienda, così come nell’accordo
sopracitato  è stata omessa l’indicazione dei criteri di scelta dei lavoratori da
sospendere. 
Per concludere altra grave anomalia è l’assurdo che tutto questo avviene senza che
gli operai siano stati messi a conoscenza dei contenuti dell’accordo riguardo la
mobilità già sottoscritto dai sindacati confederali, come ci ha scritto il consulente
aziendale in una comunicazione del 27-04-2010.
Pubblicato da : Ronde Operaie  | 
ven, 07 mag @ 14:22
QUASI DECAPITATO GIOVANE OPERAIO
Pubblicato in:: -Ronde Operaie
 Restano gravi le condizioni dell'operaio di 26 anni rimasto ferito nella tarda
serata di ieri al Secondo Policlinico di Napoli. Il giovane, dipendente di una
società esterna, era intervenuto per riparare un ascensore. 

Aveva quasi terminato il lavoro quando, per cause ancora in corso di accertamento, è
rimasto schiacciato con la testa tra la cabina dell'ascensore e una delle pareti in
cemento.

Immediatamente soccorso, è stato operato. Ora è ricoverato in sala di
rianimazione
Pubblicato da : Ronde Operaie  | 
dom, 02 mag @ 21:14
Giovane di 23 anni schiacciato dal trattore
Pubblicato in:: -Ronde Operaie
Proprio alla vigilia del Primo Maggio si registra l'ennesimo incidente sul lavoro.
Si tratta di un giovane di 23 anni di Spigno Saturnia(Latina). Il ragazzo, E.V. le
iniziali, è stato schiacciato da un trattore mentre stava lavorando un terreno. Il
23enne è stato subito trasportato in eliambulanza all'ospedale Santa Maria Goretti di
Latina dov'è ricoverato in condizioni serie.
Pubblicato da : Ronde Operaie  | 
Pagine :    1  2  3  4  5  6  7  8  9 

« Dec 2017 »
S M T W T F S
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31

Ultimi 10 articoli

CON DDL SEMPLIFICAZIONI SI ELUDE LA SICUREZZA SUL LAVORO..
MORTI TRE OPERAI..
AGGIORNAMENTI DALLA INDESIT..
MAFLOW L\'ACCORDO DELLA VERGOGNA..
LA BATTAGLIA SOLITARIA DELL\'OPERAIO MARCO BAZZONI..
ASSOCIAZIONE \"VOCI DELLA MEMORIA\" CASALE MONFERRATO..
A 69 ANNI LAVORA E MUORE IN CANTIERE..
ARTICOLI SULLA INNSE 1 ANNO DOPO..
OMSA CHIUDE FAENZA E APRE IN SERBIA 350 OPERAI A CASA!..
GLI OPERAI NEXANS LOTTANO ANCORA!..
CALA L\' OCCUPAZIONE E QUINDI LE MORTI BIANCHE DIMINUISCONO..

CERCA

CONTATTACI

CATEGORIE

-Estero

-Presidi Sud e Isole

-Presidi Centro

-Presidi Nord Est

-Presidi Nord Ovest

-Consulenza e consigli

-Ronde Operaie

Links

Powered by bMachine Hosting by Argomedia.it